Collapse – A Mano Armata

Emanuele Giaconi 16 gennaio 2012 0

Etichetta: Autoproduzione / Anno: 2011 / Genere: Thrash Metal

Quando li ho ascoltati mi son detto: “che bello, in giro in Italia c’è ancora chi suona del sano Thrash Metal vecchio stampo.” Eh sì perché questi Collapse, provenienti da Firenze e composti da 5 elementi, sono una cazzuta band senza tanti fronzoli che suona un Thrash old school che per certi versi risente dell’Hardcore-Punk, a là Metallica periodo “Kill ‘Em All”, per intendersi.

“A Mano Armata” è un EP (il loro primo) di 4 canzoni tiratissime, 4 mazzate a tutta velocità che sorprendono piacevolmente l’ascoltatore per la precisione e la gran tecnica di questi musicisti. Tra assoli di chitarra ben piazzati e un cantato che alterna testi in inglese (come per “Speed Metal From The Grave” e per “The Band Of Mexcal“) e in italiano (come per “Terminator” e per “Roma a mano armata“), i brani dei Collapse escono dalle casse con grande vigore e sono tutti e 4 di buon livello.

Per caso avete pensato che a questi ragazzi piacciano i film poliziotteschi italiani vecchio tipo? E ci credo, vista la copertina, il titolo dell’EP e l’ultima canzone… cos’altro si dovrebbe pensare? Mi piace immaginare che un giorno di questi un neo-regista mette su un remake proprio di Roma a mano armata del ’76 (anche se purtroppo non potrebbe avvalersi di un attore del calibro di Mario Merli, uno di quelli che passano una volta sola) e si mette ad utilizzare, durante una scena di un bell’inseguimento, l’ultimo pezzo di questo EP, questa “Roma a mano armata” che proprio ai poliziotteschi rende omaggio. Vi immaginate che roba, un inseguimento in macchina tra guardie e ladri a suon di sano Thrash Metal?

VOTO 7,5

Comments are closed.