Giona – Per Tutti i Giovani Tristi

Emanuele Giaconi 30 settembre 2015 0
Genere: Pop, Punk, Lo-Fi / Anno: 2015 / Etichetta: FalloDischi, To Lose La Track, Stop Records

Genere: Pop, Punk, Lo-Fi / Anno: 2015 / Etichetta: FalloDischi, To Lose La Track, Stop Records

La scena musicale indipendente napoletana prosegue il proprio percorso nel raccontare i ragazzi di strada, le incomprensioni della città, i tristi giovani del triste oggi, tra slanci incompleti e ottimismi in bianco e nero. Lo fa, con Giona, in salsa Pop e in chiave Punk, continuando, chi ha creato il progetto (Alessio di FalloDischi, L’Amo, altre cose), a stare sulla strada della poesia musicale Lo-Fi, autentica, schematica, amicale. Giona nasce sì dalle braccia e dalla mente di Alessio Forgione ma trova poi compimento come trio, con Michele Leo e Daniele Sarrubbi. Dodici pezzi che disegnano quadretti di un presente misto tra novità e conferma. Lo stesso tono ironico e calzante che contraddistingueva i testi dei L’Amo lo ritroviamo nelle parole usate dai Giona (ecco “Squassanti“), come un chiaro richiamo è la gustosa orecchiabilità delle musiche, che si smarcano però per l’assenza di synth. Se “Pendere” si incupisce e si irrobustisce à la HAVAH, le altre canzoni sono rischiarate da una tiepida serenità. C’è spazio per la poesia geografica di “Traiano“, sincera e senza fronzoli, e ce n’è ancora di più per occuparsi di amore e beltade (romanticone Alessio con “Gaiola“, “Peroni“, “Assonnata“). Tutto il disco è condivisione spontanea di coltelli, intimità, previsioni azzeccate, distorsioni, sigarette. Se tristezza deve essere, tristezza sarà. Tanto poi diventiamo grandi e passa tutto, come no.

il taglio che ho su di me mi serve per portarti con me. quel che ho tu avrai, non mi basterà mai: come per le sigarette… smetterei per non sapere cosa fare.

VOTO 7

Giona Fb
Giona Bandcamp