Gonzaga – Tutto è Guerra

Emanuele Giaconi 23 novembre 2015 0
Etichetta: Autoproduzione / Anno: 2015 / Genere: Alternative Rock

Etichetta: Autoproduzione / Anno: 2015 / Genere: Alternative Rock

Non faccio per forza il tifo per ciò che è “elitario” e che necessita di un certo livello di sensibilità, preparazione, comprensione. Però, allo stesso tempo, avverto un senso di noia e stanchezza di fronte ai risultati scellerati del pluri-diffuso “mettiamo su una band, proviamoci, vediamo un po’ che succede“. Questo atteggiamento che esalta il livello amatoriale a tutti i costi (tipico, ovviamente, non solo dell’ambito musicale) sta riempiendo i siti di streaming musicale e le liste dei partecipanti ai contest di roba altamente superflua che, in fondo, fa male, perché tira i canoni della bravura verso il basso, rende lo scalino dell’accettabilità troppo basso e quindi dovremmo dire basta. Che ci provi pure chi vuole a suonare, ma che almeno si lasci poi spazio a chi lo sa fare davvero, a chi sa registrarsi un disco che abbia una struttura sensata, dei testi credibili e non degli slogan didascalici, a chi può proporre un prodotto valido, a chi, anche se è l’anno domini 2015, riesca a creare qualcosa dal sapore ricercato, profondo e magari nuovo. Insomma: più Gonzaga e meno cazzate. Questo “Tutto è Guerra” è un esordio di livello veramente alto, un disco di sano Alternative Rock suonato da un trio preparato, equilibrato, attento. Musicisti che se ne sono usciti con una registrazione quando si sono sentiti sicuri della propria credibilità, capaci di far uscire 12 canzoni collegate tra loro grazie a un collante fatto di emozioni e idee mature. Sound corposo, che affonda le proprie radici sia nel Rock italiano che nelle trame chitarristiche britanniche più recenti. Per gli ascoltatori in cerca di buona musica, questo disco non può essere che una boccata d’ossigeno di qualità. Con un lirismo non snob ma comunque intellettuale, anche i testi diventano veramente protagonisti e caratteristici. “Minotauro” è il brano spacca montagne che porta in dote tutta la summa di questo trio lucchese: potenza, precisione, spinta anche Noise, parole degne di far passare quei 3 minuti e 58 secondi di durata in compagnia di un senso di piacevole euforia tipico delle belle scoperte.

Registrato in presa diretta alle Officine Meccaniche di Milano con Taketo Gohara, “Tutto è Guerra” si staglia con forza in mezzo alle tante uscite fallaci della scena italiana contemporanea, facendo proprio il vessillo del Rock intelligente e chiedendo lo spazio che merita. I Gonzaga ne hanno pieno diritto.

VOTO  7,3

Facebook Gonzaga
Video di “Minotauro

Comments are closed.