Love Yourself First – Non taggarmi nelle foto la mia vita non mi piace

Emanuele Giaconi 2 febbraio 2012 0

Etichetta: La Fame Dischi / Anno: 2011 / Genere: Cantautorato, Lo-Fi, Pop

C’era una volta un giovane cantautore di nome Michele Maraglino che aspettava trepidante che il suo fonico di fiducia allestisse lo studio nuovo per entrarci e registrare finalmente il suo primo disco ufficiale. L’attesa però era insopportabile e per ingannarla il nostro giovane cantautore si chiuse nella sua cameretta con la chitarra del suo coinquilino, il microfono e il pc, dando vita ad alcune canzoni.” Così comincia l’avventura di Love Yourself First, progetto interessante, fresco, fatto di spunti validi e con un futuro che si preannuncia futuribile.

Michele Maraglino è un giovane che sembra sapere bene che tipo di piccoli-grandi cantautori italiani ci sono in giro, e proprio per questo cerca di percorrere vie un minimo diverse, fatte veramente di suoni da cameretta, registrazioni lo-fi autentiche, pezzi rapidi e che mescolano tristezza e sorrisi a mezza bocca. Le melodie ti rimangono in testa proprio per la loro semplicità; non c’è bisogno di tanti arpeggi o barocchismi per fare dei buoni brani, e Maraglino, sapendolo bene, ha provato a dimostrarlo in questo suo primo EP a modo suo.

4 brani (ma il ragazzo ha già lavorato ad altre canzoni, come si capisce dal suo Soundcloud) che rappresentano dei primi segnali, come a dire “io ci sono, poi fate voi.” Sta a noi, d’ora in avanti, tenere d’occhio Love Yourself First, per vedere quanto riesce a far bene, quanto migliora, quanto mette a posto quei difettini di registrazione che anche se si adotta un approccio lo-fi risultano comunque un po’ troppo “peccaminosi”.

40 anni fa” è il singolone dell’EP. Maraglino ci ha fatto un video per promuoverlo, e ha scelto bene. Ma anche “Nemmeno originale” è un Pop-Lo-Fi gustosissimo, portato avanti da una batteria appiccicosa e da un testo smorfioso che chiude con una perla:

Guarire non è cosa per tutti.

Alla prossima, Miche’. Che tanto noi non saremo guariti per nulla.

VOTO 7,3

Comments are closed.