Sexsaints – A New Drug

Emanuele Giaconi 14 febbraio 2012 0

Etichetta: Coproduzione di numerose etichette / Anno: 2012 / Genere: Hardcore-Punk

Quando un disco parte con un carillon che intona le dolci note di “Que Sera Sera” non si può certo stare tranquilli. E i Sexsaints, Hardcore band di Roma, ce lo dimostrano catapultandoci nel loro mondo, subito dopo questo leggiadro intro, con la furiosa “I Wish You Were Deaf“, che offre sonori cazzottoni in musica oltre a interessanti spunti a livello ritmico. Sono una band giovane, fresca e cazzuta, intenzionata a farsi strada tra le centinaia di band HC italiane a suon di un micidiale Punk Hardcore ferreo, spesso serratissimo e che non risente per nulla (e qui sta la buona notizia!) della giovanissima età dei componenti della band (un 19enne, un 18enne e due 17enni).

I 4 ragazzi hanno imparato bene le sanguinose lezioni di gruppi come Gallows (“Trapped Boy” ce lo fa capire bene), Vitamin X, Kid Dynamite e di certo Old School più metallico. Sentitevi “My Question” e ditemi se non è un pezzo ben costruito. Le cannonate sparate dai Sexsaints sono tante; “Suicide” ha un basso killer e un piglio decisamente acchiappaorecchio. Qui le voci, come del resto anche in brani come “Lit The Pyre” o nella track che dà il titolo al disco, “A New Drug“, si rincorrono tra momenti più rauchi e lenti e parti più squillanti e rapide, in un intreccio vigoroso e riuscito.

In tutto, “A New Drug” contiene 12 tracce che mostrano personalità e voglia di far emergere il proprio stile. É estremamente positivo, ai miei occhi, aver ascoltato il disco più volte e non avervi colto parti che sapessero di scopiazzatura o momenti in cui il tono cade. Rispetto al lavoro precedente, l’EP “Brain Up“, i Sexsaints sono migliorati soprattutto nell’attenzione a non commettere sbavature e nel porre molta cura per far quadrare il tutto. “Brain Up” era un lavoro più viscerale e grezzo, “A New Drug” è più pulito e ragionato. Forse, nel percorso che faranno i Sexsaints, converrà loro unire le due strade per far venir fuori un sound definitivamente schiacciasassi. A quel punto, se ce l’avranno fatta, non potranno far altro che godersi una ottima fama meritata. I primi, grandi passi verso quel traguardo sono intanto già stati mossi. E alla grande!

VOTO 7,5

Facebook

Comments are closed.