7 Seconds @ MusicaW Festival – Castellina Marittima (Pi): foto + report

Emanuele Giaconi 27 agosto 2012 0

7 Seconds @ MusicaW Festival – Castellina Marittima (Pi)

Il contesto del MusicaW Festival di Castellina Marittima (Pi), quest’anno durato dal 10 al 15 agosto, è molto bello e invitante. La postazione è niente male e l’organizzazione offre vari tipi di soluzioni per tutto ciò che si può volere da un festival (dal mangiare alle birre, passando per le bancarelle di vestiti o di dischi usati). E poi il grossissimo punto a favore del MusicaW è che l’entrata è gratuita. E non è che ci siano concertini sgangherati, visto che non paghi niente (anche se l’offerta è giustamente gradita). L’anno scorso ci vidi A Place To Bury Strangers, a 0 euro. Quest’anno i paladini dell’Hardcore-Punk americano 7 Seconds. Sempre gratis. E le altre serate erano altrettanto belle e interessanti (si pensi che ci sono stati anche gli Ufomammut). Purtroppo ho potuto seguire poco o niente le Punk band che hanno suonato prima del famoso quartetto HC, ma da segnalare indubbiamente che i Downton Struts, da Chicago, sono veramente bravi e offrono un sound fresco e vitale che fa bene al Punk internazionale. Ma la grossa attesa, con tutto il rispetto per le band che hanno aperto, era per i leggendari 7 Seconds, ormai con qualche annetto (e chiletto) sulla schiena (e sulla panza) ma con una carica e un’energia che confermano quel famoso adagio che dice che l’importante è esser giovani dentro.

E loro suonano come fossero gli anni d’oro, con la grinta che li ha fatti amare a milioni di persone, col piglio di chi è un maestro nel tener viva la passione Hardcore, in un’atmosfera positiva e carica. Il pubblico fa crescere l’intensità del live pezzo dopo pezzo, col chiaro intento di superare quelle brutte transenne che lo separano dal palco per poter dar vita al classico stage diving delle grandi occasioni e per pogare ancora con più forza, mentre Steve Youth salta come un pazzo (mi è sembrato il più in forma), il buon Kevin Seconds ci grida i suoi proclami, Troy Mowat picchia duro dietro le pelli mentre i suoi rasta si muovono da tutte le parti e mentre Bobby Adams se ne sta abbastanza tranquillo, a dir la verità. Suonano bene e stanno ancora sul palco da maestri, i 7 Seconds, sorprendendo chi temeva fossero una delle tante band che provano a continuare a girare il mondo per suonare nonostante di tempo ne sia passato troppo, rispetto agli esordi. Ma i 4 americani di Reno, Nevada, sono tutt’altro che una band-forzatura e se sono uno dei gruppi HC più longevi della storia un perché c’è e lo si può riconoscere anche da questo live. “Young ‘Til I Die” continuerà sempre ad essere uno degli inni imperituri della scena e sentirselo dal vivo, dopo averlo ascoltato tante volte su disco, è una gran bella cosa. Altri pezzi, come “Not Just Boys Fun“, lanciati a mille sono pura dinamite per la folla adorante e sudante. Le transenne e la sicurezza possono poco o nulla, la gente sale sul palco, va da Kevin Seconds, ci canta assieme, si lancia. Scorrono pezzi storici come “Walk Together, Rock Together” e tutto il concerto fila via liscio, bello, concreto, potente. C’è anche tempo di suonare la cover di “99 Red Baloons“, così tutti son contenti.

Un concertone, non c’è che dire. Della giusta durata, in un’atmosfera di festa vera, senza che rimanga scontenta una sola persona. Il MusicaW Festival ha così reso omaggio alla Youth crew, sempre viva e dura da buttar giù. Speriamo che anche il prossimo anno questo bel festival possa portarci sopra al palco band così importanti e ancora con così tanta voglia di suonare. Aspetteremo con fiducia. Alla prossima, Castellina.

7 Seconds @ MusicaW Festival – Castellina Marittima (Pi)

7 Seconds @ MusicaW Festival – Castellina Marittima (Pi)

Per altre foto del concerto, passate dal’album creato sulla nostra pagina Facebook.