Rancid + Cock Sparrer + Booze & Glory a Londra: live report

Emanuele Giaconi 6 gennaio 2013 0

Il mitico Andrea “Cant Hc” Cantelli ci ha dato un suo report di un bel Punk show vissuto a metà dicembre a Londra. Ecco le sue impressioni!

Rancid + Cock Sparrer + Booze & Glory

(Londra – The Forum 15/12/2012)

I Rancid stanno festeggiando alla grande i loro venti anni e per tutto l’anno stanno facendo concerti importanti in tutto il mondo per celebrare il loro anniversario. Avevo già presenziato ad altre date ma non potevo non assistere al capitolo conclusivo di questo lungo tour in quel di Londra.

La data di Sabato 15 è sold out da diversi mesi, ed è la seconda delle tre in programma al Forum di Londra. Arrivo di buon ora e già dalla fermata della metro i punx sono ovunque, e una bella folla eterogenea di kids di ogni età si divincola verso il locale.

La security all’entrata mi requisisce praticamente tutto e le poche foto che sono riuscito a fare le ho scattate con il telefono ed una macchinetta analogica che usavano i miei genitori nelle vacanze verso la fine degli anni novanta.

Ad aprire il concerto sono i Booze & Glory, formazione skin/hooligan di Londra schierata dalla parte del West Ham United. I quattro fanno una figura ottima ed anche ad un primo ascolto i pezzi sono godibilissimi.

I Rancid per questa sera lasciano il posto d’onore ai Cock Sparrer e quindi secondi a salire sul palco saranno proprio i quattro di Oakland, California. Tim arriva sul palco correndo con una barba alla Kerry King e incomincia subito ad intonare la prima strofa di “Radio”; di lì in poi c’è il deliro.

Le hits da fare sono tante e i Rancid non si fermano praticamente mai; da segnalare il livello di forma di Tim e soci che in questo periodo è ottimale, soprattutto in confronto a qualche anno fa, la scaletta è pressochè perfetta e quasi identica a quella che fecero lo scorso Aprile in Belgio al Groezrock. Ovvio, qualche pezzo che volevo sentire non l’hanno fatto, ma per accontentare tutti avrebbero dovuto suonare tutta la notte. Grandiosi Rancid, non c’è altro da aggiungere.

A seguire tocca ai mitici Cock Sparrer, che di anni di carriera loro quest’anno ne fanno quaranta. I cinque fanno un ottimo concerto, ma dopo i Rancid, almeno per me, un po’ il tutto passa in secondo piano.

A fine serata riesco pure a conoscere Itch dei The King Blues, che era tra il pubblico ed alquanto esaltato pure lui, e mentre me ne vado con amici a bere al pub capisco bene di aver visto una di quelle date che rimarranno nella storia.

Andrea “Cant hc” Cantelli

Comments are closed.